CONCORSO FORMAGGI DI CLASSE, I VINCITORI DELL’EDIZIONE 2018 A FORMAGGITALIA

Riportiamo i formaggi al giusto valore: il concetto del concorso

Un tema che ha tratto spunto dal fatto che l’Italia si vanta di avere un patrimonio caseario di quasi cinquecento formaggi. Abbiamo infatti un latte in più degli altri, quello di bufala, oltre a tipologie uniche come le paste filate, il Grana e il Parmigiano e il cacioricotta. Tutta questa varietà e diversità stride con un prezzo al banco che è molto vicino tra il formaggio più caro e quello più economico.
Le ragioni sono molteplici: prima fra tutte l’industria del latte, che ha preteso il prezzo unico della materia prima, privilegiando in questo modo la capacità produttiva a scapito della qualità; inoltre banconisti e gastronomi a stento riescono a comunicare al consumatore la provenienza di un formaggio o la specie che ne ha prodotto il latte. E i concorsi non aiutano perché vengono organizzati per categoria, che di per sé non è un fattore di produzione. Crediamo sia dunque venuto il momento di ridare il giusto Valore alla qualità del formaggio: la ricerca ha dimostrato che la sua qualità dipende essenzialmente dal latte la cui specificità a sua volta dipende da quello di cui si nutre l’animale.  Sulla base di questo approccio scientifico, Roberto Rubino, ha messo a punto le Classi di Qualità (www.asyoucheeseit.com), un metodo che permette di assegnare il giusto Valore al formaggio.

La giuria

La giuria era formata da professionisti della filiera che lavorano ai massimi livelli, con competenza maturata sul campo e a stretto contatto con il consumatore.

Presidente della giuria

Roberto Rubino (ideatore del metodo delle Classi di qualità)

Struttura Tecnica

Adriano Gallevi, Antonio Maccioni, Michele Pizzillo, Gianpiero Carboni, Massimiliano Venusti, Sergio Sulas

Componenti

Alessandro Cassanelli (Coop Italia), Carlo Fiori (Guffanti Formaggi), Giandomenico Negro (La bottega del pascolo), Francesca Di Ciommo (Caseificio Posticchia Sabelli), Giovanni Roncolato (La Casara, Roncà), Giuseppe Calabrese (Ristorante cibò e la Prova del Cuoco), Guido Porrati (Parlacomemangi-Rapallo), Hansi Baungartner (De Gust- BZ), Luigi Muroli (Sogni di Latte-Napoli), Marisa Fumagalli (Corriere della sera), Michele Cherchi (I Cherchi- Cagliari), Martin Pircher (Festival del formaggio), Stefano Polacchi (Gambero Rosso), Madia Mercuri (Ristorante Al Pont de Ferr – Milano)

 

 

 

Le sei classi di qualità:

La qualità del formaggio dipende, soprattutto, dall’alimentazione dell’animale. Segue in posizione abbastanza distanziata la tecnica di produzione e, infine, la stagionatura. Le linee guida che sono state seguite per la premiazione dei formaggi partecipanti al concorso, sono state dettate da questi parametri in maniera indipendente.

Vincitori:

I vincitori di questa edizione sono stati:

Categoria A1

Primo classificato: ARPAV – Antica Latteria Erbavoglio con Fontina DOP d’alpeggio 2017 “Plan Vaûon”
Secondo classificato: Caseificio Passalacqua con Tuma Persa
Terzo classificato: Az. Agr. Bussu Salvatore con Fiore Sardo DOP 12 mesi (a pari merito con)
Bio Az. Zoot. Al Orcolat Sbilfat con Formaggio Tutto Vacca

Categoria A2

Primo classificato: La Casara Roncolato Romano Srl con Monte Veronese DOP d’allevo di Malga
Secondo classificato: F.lli Petrucci Srl con Pecorino stagionato Ma-Trù
Terzo classificato: D’Ascenzo Emilio Az.Agr. Soc Coop. con Pecorino

Categoria A3

Primo classificato: Caseificio F.lli Tarantino con Burrata
Secondo classificato: Caseificio F.lli Tarantino con Pallone di Gravina
Terzo classificato: Caseificio Val d`Apsa Snc con Formaggio al tartufo

Categoria B1

Primo classificato: Azienda Agricola Le Forbesette Ss con Stracchino di Morterone
Secondo classificato: ALNI Azienda Agricola Pessolani Nicola con Caciocavallo Nobile Invernale
Terzo classificato: Faraboli Formaggi Srl con Parmigiano Reggiano DOP 24 mesi

Categoria B2

Primo classificato: Latteria Salvia Maria Sas con Provole affinato in fieno
Secondo classificato: Latteria Salvia Maria Sas con Provolone tipico
Terzo classificato: Eredi di Gaetano Iemma Soc. S. Agr. Con Provola affumicata

Categoria B3

Primo classificato: Caseificio Sepertino Snc con Bra Duro DOP
Secondo classificato: Caseificio Sepertino Snc Formaggio Italico
Terzo classificato: Si Invernizzi Srl con Lady Capra erborinato