IL PROGRAMMA COMPLETO DI FORMAGGITALIA CON TRE GIORNI DI DEGUSTAZIONI, CONVEGNI E PRODOTTI ITALIANI D’ECCELLENZA.

Il programma della manifestazione FormaggItalia prevede tre giorni, dal 27 al 29 ottobre 2017, in cui sarà possibile assistere a convegni di approfondimento e degustazioni aperti al pubblico.

Si comincia venerdì 27 con quello dedicato al territorio dal titolo “FORMAGGI e TERRITORIO” dove si parlerà delle possibilità che i prodotti tipici rappresentino un elemento di differenziazione geografica e a quali condizioni possano aiutare a creare uno sviluppo sostenibile dei territori. Interverranno la prof.ssa Paola Dubini del CLEACC dell’Università Bocconi, la dott.ssa Stefania Boleso libera professionista e docente di MKTG dell’Università Cattolica, il dott. Iorio, CeO di Accor Hotel Grecia Israele e Malta, Federico Klausner di TravelGlobe sul progetto delle Vie del Formaggio.
Sempre venerdì 27 sarà inoltre possibile partecipare all’Happy Cheese Hour, un aperitivo realizzato in collaborazione con il ristorante Orti di Leonardo e il ristorante e bistrot ad inclusione sociale Rob de Matt. Durante l’aperitivo sarà possibile gustare formaggi degli espositori accostati ad un’attenta selezione di vini, mentre lo chef Edoardo Todeschini del ristorante e bistrot Rob de Matt, sotto gli occhi dei visitatori, trasformerà i formaggi in piatti di alta cucina.

Si prosegue sabato 28 con il convegno dal titolo “I FORMAGGI DI MONTAGNA A LATTE CRUDO”; la montagna come territorio da recuperare e sostenere per il rilancio di attività rurali con logiche economiche contemporanee legate al mondo imprenditoriale giovanile. Interverranno il dott. Ivano De Noni e Prof. Alberto Tamburini di UNIMONT. Sarà presente anche ERSAF a sottolineare la partecipazione della Regione Lombardia al progetto FormaggItalia.

Si concludono i lavori domenica 29 con il convegno “FORMAGGI e ALIMENTAZIONE”, un dibattito informativo e formativo per mettere in chiaro le tante voci sul formaggio, tra gli angeli della competenza e i demoni della disinformazione. Interverrà il Prof. Paolo Simonetti, nutrizionista del DeFENS UNIMI e attendiamo l’ok finale da una nota alimentarista italiana. Per questo tema interverrà il caseificio Fattorie di Fiandino sul tema specifico della produzione con caglio vegetale.
Il convegno vedrà la partecipazione anche dello chef stellato Enrico Bartolini, classe 1979, osannato dai critici gastronomici come uno tra i giovani più talentuosi d’Italia, ha ottenuto a soli 29 anni la sua prima Stella Michelin e a 33 la seconda, riconoscimenti che, con l’ottenimento di una stella Michelin anche a Bergamo e una a Castiglione della Pescaia dopo pochi mesi dall’apertura dei due locali, lo hanno consacrato Chef di livello internazionale.
La mostra si inserisce in un panorama dedicato al food d’eccellenza ormai consolidato in città e avrà 3 punti fondamentali: l’artigianalità, nella lavorazione dei prodotti; la qualità, con prodotti specchio del patrimonio culturale gastronomico del nostro paese; l’unicità, grazie alla presenza di espositori d’eccezione.